Ex prigione
Località: Gernsbach

Architettura: Committente
Pianificazione delle citofonia: Siedle/committente
Progettazione ed esecuzione dell'impianto elettrico:
Holger Szarvas Elektroservice, Karlsruhe

Ladri e vagabondi sono stati i primi residenti obbligati di questo edificio risalente al 1879. Nel frattempo, questa ex prigione circondata da massicce mura in pietra arenaria, oggi di proprietà privata, è stata posta sotto tutela dei beni culturali.
L'edificio presenta oggi svariati utilizzi: ospita una residenza di proprietà, una residenza per le vacanze e seconda casa, un piano ad uso uffici e anche una sala per eventi nella cantina a volta.

Durante la ristrutturazione, sia i nuovi proprietari che l'ente competente per la tutela dei monumenti hanno dato particolare importanza alla conservazione delle caratteristiche originali. Griglie, porte delle prigioni e finestrini sono stati conservati, proprio come la suddivisione originale e le piante. Per non danneggiare le vecchie mura, i posti interni sono stati montati in modo conservativo sulle pareti, i cavi sono stati posati nelle fughe dei muri e la tecnica di comunicazione come pure le cassette per le lettere sono stati collocati davanti all'ingresso principale come soluzioni indipendenti.
Spesse mura in pietra arenaria, gradini consumati, griglie e porte massicce: la materialità storica impronta l'edificio anche all'interno. Grazie alla cauta ristrutturazione, l'edificio raggiunge comunque il comfort dei moderni standard residenziali.
I posti interni sono montati sul muro; dove possibile, il cablaggio è stato posato nelle fughe presenti. Sono state limitate al minimo le aperture nella struttura architettonica.
Le porte originali ricordano che le stanze erano antiche celle. Attraverso lo sportello in basso a destra veniva fatto passare un vaso, che serviva da toilette per gli occupanti.
Il grande display offre una comoda vista dell'area davanti alla porta. Le funzioni principali, ossia accettazione della conversazione e apriporta, vengono attivate tramite tasti meccanici. Ciò garantisce che chiunque possa azionare correttamente e rapidamente gli apparecchi. Tutte le altre funzioni sono svolte tramite touchscreen.

Nell'immagine: Pannello comfort con rivestimento in acciaio inox dorato
Invece che utilizzare serrature e chiavistelli, oggi i proprietari proteggono determinati ambienti dell'edificio con moderne serrature a codice. Per non danneggiare le vecchie mura, le serrature a codice sono state montate in scatole appoggio muro.

Nell'immagine: Serratura a codice della linea di design Siedle Vario, verniciata nel colore grigio scuro effetto micaceo
Anche l'ingresso principale è gestito da un impianto appoggio muro del sistema Siedle Vario. I visitatori si annunciano con i tasti di chiamata; residenti, inquilini e collaboratori approfittano del comfort della serratura a codice, che semplifica le operazioni di comando e agevola la gestione degli accessi in un edificio ad uso promiscuo. Le chiavi tradizionali servono ora solo per la chiusura supplementare notturna dell'edificio.
Linea di design Siedle Steel
Linea di design Siedle Vario
Pannello video bus
© 2019 S. Siedle & Söhne OHG
TOP